Arte Povera, hier et aujourd’hui

Giovedì 9 giugno, ore 14.30
Petite Salle, Centre Pompidou, Parigi

Nel 1967, diversi manifesti (testi di Germano Celant che ha coniato l’espressione, il manifesto di Alighiero Boetti) annunciano la nascita dell’Arte Povera, che presenta il lavoro di un giovane scena artistica italiana.


Le attività tra Torino, Genova e Roma, di questi artisti in particolare, chiedendo un ritorno ai gesti arcaici e la loro attenzione alle tracce e alle manifestazioni più elementari della vita. Facendo eco alla mostra, Un art pauvre, questa giornata di studio ha lo scopo di riflettere sulla identità artistica, di mettere in discussione la sua rilevanza storica e considerare la sua lettura attuale nel sistema dell’arte contemporanea.

Intervengono:
Bernard Blistène (direttore Musée national d’art moderne – Centre Pompidou), Frédéric Paul (curatore Musée national d’art moderne – Centre Pompidou e curatore della mostra Un art pauvre), Valérie Da Costa (docente HDR presso l’Università di Strasburgo), Tommaso Trini (professore emerito presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano), Laura Iamurri (professoressa presso l’università di Roma 3), Margit Rowell (ex curatore presso Museo Guggenheim New York, MNAM di Parigi e MoMA di New York), Gloria Moure (storica dell’arte e curatrice indipendente a Barcelona), Didier Semin (docente presso l’Ecole nationale supérieure des Beaux-arts di Parigi), Piero Gilardi (artista), Ugo Nespolo (artista).

 

Ingresso libero, fino a esaurimento posti
Maggiori informazioni

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *